“TRAPANI CITTÀ MEDITERRANEA DELLA MUSICA”, PRESENTATO IL CARTELLONE DI EVENTI

Non solo Opera ma anche concerti, incontri letterari, laboratori, degustazioni e percorsi sensoriali nel cartellone, allestito da Luglio Musicale Trapanese per “Trapani città mediterranea della musica, che proporrà oltre cento appuntamenti nei prossimi quattro mesi. “Questa città può diventare una Salisburgo con in più il mare e il pesce fresco”, ha detto stamane il consigliere delegato dell’Ente Giovanni De Santis nel corso della conferena stampa di presentazione della sessantasettesima stagione artistica. La lirica resta, comunque, il fulcro delle proposte con cinque opere in scena. Si comincia il 4 luglio con il “Don Giovanni” di Wolfgang Amadeus Mozart, per la prima volta sul palcoscenico del Luglio, come ha sottolineato il maestro Andrea Certa. Seguiranno l’opera da salotto “Cedrillon” (11 luglio nel chiostro di San Domenico), il “Rigoletto” (18 luglio), la “Turandot” (1 agosto) e “Orlando” (11 settembre). Il 24 maggio prenderà il via “Le orchestre nascoste Festival” dedicato ad esecuzioni di pregio su strumenti antichi come nel caso dello “Stabat Mater” di Rossini, proposto – come ha spiegato il video conferenza il maestro Claudio Brizi – nella versione in voga in Inghilterra nell’Ottocento. Per quanto riguarda la letteratura, la rassegna “InChiostro d’autore”, curata dallo scrittore e fumettista Marco Rizzo, proporrà nove appuntamenti con gli autori, da Adriamo Sofri, a Concita De Gregorio, da Davide Cammarrone a Benedetta Tobagi, tutti ospitati nel chiostro di San Domenico. Tra questi, in collaborazione con la rassegna letteraria “Terrazza d’Autore”, quello che vedrà protagonista, l’11 agosto, lo scrittore ed editor Luigi La Rosa con “viaggio” tra i luoghi di Parigi all’insegna della letteratura.
“Abbiamo deciso di puntare sull’Ente Luglio Musicale per sviluppare una proposta di qualità sul piano culturale – ha ribadito il sindaco Vito Damiano – come se fosse una sorta di ‘Assessorato alla Cultura’ – e i risultati ci sono stati. Il programma che abbiamo presentato è particolarmente ricco ed ambizioso. Noi ci crediamo. Qualcuno, ovviamente, dirà che questi sono sogni ma noi sappiamo benissimo che sono realizzabili e che saranno realizzati. Questa sarà un’estate assolutamente diversa per la città di Trapani – ha proseguito il primo cittadino – stiamo lavorando in sinergia con tutti gli operatori e chiediamo a tutti di uscire dall’individualismo e di sposare un progetto condiviso. La gente deve iniziare a capire che gli sforzi comuni sono in grado di garantire benefici all’intera collettività”, ha concluso Damiano, Tra le altre iniziative anche quella di un “Piano regolatore delle emissioni acustiche”, redatto di concerto con gli esercenti dei locali pubblici del centro storico cittadino, per evitare disagi e diatribe, che sarà poi stilato dall’amministrazione comunale e siglato dagli stessi operatori.

Fonte:www.trapanioggi.it

 

Scrivi il tuo commento