CENTRO STORICO AL SETACCIO DALLA POLIZIA

Esercizi pubblici del centro storico cittadino sotto la lente di ingrandimento della Polizia che ha effettuato una serie di controlli, soprattutto nelle ore serali e notturne, sia per reprimere eventuali reati sia per contrastare fenomeni di abusivismo commerciale. In campo gli agenti della squadra di Polizia amministrativa, sociale e dell’immigrazione coadiuvati dai colleghi della squadra volante e della squadra mobile. Riscontrate numerose violazioni all’articolo 681 del Codice Penale, riguardante l’apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento, contestate a soggetti che avevano organizzato “serate danzanti” senza essere in possesso delle necessarie autorizzazioni. Segnalati anche casi di lavoratori in nero e di persone con mansioni di “buttafuori” sia perchè prive dei necessari requisiti per svolgere tale compito sia perchè operavano in locali dove non si svolgono attività di intrattenimento o di spettacolo come prevede, invece, la normativa vigente. Sono state anche elevate sanzioni amministrative per la mancata esposizione delle licenze prescritte e per la presenza, in alcuni bar di giochi privi di autorizzazione.
Nell’ambito dell’attività, un cittadino tunisino è stato denunciato per danneggiamento, porto in luogo pubblico di coltello e lesioni personali ai danni di un connazionale che ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso dell’ospedale “Sant’Antonio Abate” per le numerose ferite da taglio riportate. Sono state, inoltre, elevate alcune contravvenzioni per mancato rispetto del Codice della Strada ed eseguiti due sequestri amministrativi. Rivenuto, sempre durante i pattugliamenti, un ciclomotore risultato rubato.

Fonte: www.trapanioggi.it

 

 

Scrivi il tuo commento