“Chi è mafioso non vive da cristiano”

Il Papa, oggi,  a Palermo nel nome di don Puglisi, il parroco del quartiere Brancaccio ucciso dalla mafia il 15 settembre del ’93.

Il Santo Padre è giunto alle 10,43 in elicottero che è atterrato al molo Santa Lucia, nell’area del porto.  Ad accoglierlo il prefetto Antonella De Miro , l’arcivescovo  Corrado Lorefice, il presidente della Regione Nello Musumeci e il sindaco Leoluca Orlando. Poi con la Papamobile, sfilando tra due ali di folla in festa,  si è diretto verso il Foro Italico che brulicava di fedeli. In ottantamila, tutti per lui. Prima di mettere piede nel capoluogo siciliano, il Pontefice aveva fatto tappa a piazza Armerina, nell’Ennese, accolto da 40 mila fedeli. “Sono contento di trovarmi in mezzo a voi. – ha detto Bergoglio – E’ bello il sole della Sicilia”. Alle 11,23 la Messa al Foro Italico. Nel corso della sua omelia, il Papa ha ricordato don Puglisi “il prete del sorriso – ha detto – e noi abbiamo bisogno di tanti preti del sorriso. Don Pino coronò la sua vita con il sorriso. Quel sorriso che non fece dormire il suo uccisore. In quel sorriso c’era la forza di Dio”. Ed ancora: “Don Pino non viveva di appelli antimafia, ma seminava il bene, tanto bene”. “ Chi è mafioso – non vive da cristiano. Oggi abbiamo bisogno di uomini e donne di amore e non di uomini e donne d’onore, di servizio, non si sopraffazione; di camminare insieme. Perciò – ha concluso il Papa – ai mafiosi dico: cambiate. Smettete di pensare a voi stessi e ai vostri soldi, convertitevi al vero Dio di Gesù Cristo. Altrimenti, la vostra stessa vita andrà persa e sarà la peggiore delle sconfitte”.  Finita la messa, il Papa si è recato  in via Decollati, per pranzare con 150 fratelli della missione Speranza e carità, con  detenuti,  ex tossicodipendenti e  migranti. La visita  proseguirà, nel pomeriggio,  a Brancaccio dove Bergoglio  renderà omaggio al beato Puglisi nella chiesa di San Gaetano e a piazza Anita Garibaldi dove fu assassinato: salirà nella casa del prete e incontrerà i familiari. Il Pontefice, poi,  pregherà sulla tomba di Puglisi e nella cappella di Santa Rosalia. Quando alle 16 avrà finito di parlare in Cattedrale, si dirigerà il Politeama per l’incontro con giovani.  Alle 17 e 30 è prevista la partenza.

 

Fonte: https://telesud3.com

Scrivi il tuo commento