Christian Merli vince la 60ª “Monte Erice”

Il trentino Christian Merli su Osella FA 30 Zytek ha conquistato la vittoria della 60ª “Monte Erice” (diretta da Marco Cascino), la gara del Campionato italiano di velocità in montagna che si è conclusa alle ore 17 di oggi sul percorso Valderice-Erice. Merli ha vinto con un tempo complessivo delle due gare di 5’48,91, lasciandosi alle spalle il catanese Domenico Cubeda su Osella FA 30, con un tempo di 5’52,71. Cubeda, nella prima gara, ha realizzato il miglior tempo con 2’55,89. Terzo posto sul podio a Omar Magliona, il pilota sardo in gara con una Norma M20 FC (tempo 5’57,08).

«VITTORIA DIFFICILE» – «È stata una vittoria difficile su un tracciato molto impegnativo e sul quale non correvo da 3 anni – ha dichiarato Merli – l’importante è avere vinto, anche se al via non ero certo di avere la gara in mano, i miei avversari erano agguerriti e nulla è stato facile. Dopo le prove abbiamo effettuato alcune regolazioni che hanno funzionato al meglio». «Considerato il distacco limitato dal neo campione europeo non posso che essere soddisfatto del risultato nella gara di casa – sono state le parole di Cubeda – in prova abbiamo lavorato molto sul set up, in gara il tracciato si è migliorato e le nostre regolazioni sono state ancora più efficaci. Risultato importante e soddisfacente». «È arrivata la gratificazione per il titolo tricolore, l’ottavo della carriera, ma non posso nascondere il rammarico per il tempo di gara 1 che francamente non mi aspettavo. Sono partito in questa stagione per avere un confronto diretto con gli avversari in corsa per il titolo assoluto – ha dichiarato Magliona – ancora il campionato non è finito e ci sono altre gare alle quali pensare, per cui dobbiamo concentrarci su quelle, già dal prossimo week end».

TOP TEN – A ridosso del podio i marsalesi Francesco e Vincenzo Conticelli, autori di tempi assolutamente simili. Francesco su Osella PA 2000 sul finale di gara 1 ha accusato un problema al motore poi prontamente risolto, ma ha ugualmente realizzato una ottima prestazione, mentre papà Vincenzo sulla muscolosa Osella PA 30 Zytek è stato molto aggressivo e determinato. Sesta piazza con una prestazione maiuscola per il lucano Achille Lombardi che ha tratto il massimo profitto dai test svolti sugli sviluppi della Osella PA 21 Jrb BMW, affidata al Team Puglia, con cui il portacolori Vimotorsport ha vinto tra le sportscar Motori Moto avvicinandosi definitivamente alla classe E2SC 1000, precedendo il leader dei motori motociclistici Federico Liber, il driver veneto su Gloria C8P, che ha dovuto imparare in fretta il difficile tracciato sul quale era all’esordio ed ha vinto la classe E2SS 1.6. Ottava posizione assoluta per il pugliese Francesco Leogrande su Osella PA 2000. Nono Samuele Cassibba e decimo l campano della Scuderia Vesuvio Tommaso Carbone, che con l’Osella PA 2000 è salito sul podio di classe.

PELLEGRINO (ACI): «UN SUCCESSO CHE GRATIFICA IL NOSTRO IMPEGNO» – «Il successo di questa edizione gratifica l’impegno profuso per l’organizzazione in tutti i suoi aspetti – ha dichiarato il presidente Aci Trapani, Giovanni Pellegrino – grazie a tutti i piloti che hanno scelto ancora una volta la “Monte Erice” e grazie a tutto il personale che ha garantito sicurezza lungo tutto il percorso». Con l’Aci Trapani hanno collaborato i comuni di Erice, Valderice e Trapani, «in una sinergia per la promozione del territorio» ha ribadito Francesco Stabile, sindaco di Valderice.

 

Fonte: https://telesud3.com

Scrivi il tuo commento