DIPENDENTI USTICA LINES: AVVIATA PROCEDURA DI LICENZIAMENTO

A lanciare l’allarme è il sindacato Federmar. L’Ustica Lines, ha avviato la procedura di licenziamento per oltre 400 dipendenti.
La decisione della Compagnia di navigazione di Vittorio Morace, patron del Trapani calcio, sarebbe scaturita a causa del contenzioso, che ormai va avanti da alcune settimane, con la Regione che ha generato la decadenza del contratto di appalto, come ha sottolineato il comandante Ettore Morace. E per più di 400 dipendenti adesso si materializza il fantasma della disoccupazione.
Già lo scorso mese di aprile, l’Ustica Lines aveva annunciato la sospensione, a partire dal giorno 13, dei collegamenti con le isole minori, specificando che la Regione siciliana «non solo da oltre un anno non onora gli impegni economici assunti, ma pur di non pagare quanto dovuto ha addirittura deciso illegittimamente di avviare le procedure di annullamento del bando di gara emanato un anno fa e aggiudicato definitivamente dall’Ustica». Decisione che, poi, era stata rinviata alla luce dell’impegno manifestato dall’assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Pizzo, che oltre ad assicurare di «aver provveduto all’erogazione del 50 per cento dell’importo dovuto» aveva anche manifestato l’intenzione di «procedere alla stipula dei contratti e al pagamento della parte restante di corrispettivi». Sembra che il dialogo avviato potesse portare ad una risoluzione della vertenza.
Il Primo Maggio e cioè nella giornata che celebra la Festa del Lavoro, invece, è arrivata la doccia fredda. L’Ustica Lines ritenendo «dilatorio» l’atteggiamento della Regione siciliana ha deciso di avviare le procedure di licenziamento e di conseguenza di sospendere il servizio di collegamento, proprio quando la stagione estiva è ormai alle porte.

Fonte:www.telesud3.com

 

Scrivi il tuo commento