DUE UOMINI HANNO PERSO LA VITA IN DUE INCIDENTI STRADALI VERIFICATISI A TRAPANI

Un giovane e un barbone hanno perso la vita in due incidenti stradali verificatisi a Trapani.

Due uomini sono morti in  due incidenti stradali verificatisi,  a Trapani: all’uscita dell’autostrada A29 e sulla rotonda dello scorrimento veloce, nelle vicinanze dell’impianto sportivo Forese. A perdere la vita un barbone che deve essere ancora identificato  e un giovane. Quest’ultimo si chiamava Bartolomeo Rizzo ed aveva 27 anni. Ferita, invece, la fidanzata che viaggiava in auto con la vittima.

La prima tragedia si è consumata intorno alle 22 del 16/02/2015, quando alla sala operativa della polizia stradale è giunta una chiamata. All’altro capo del telefono un automobilista che segnalava la presenza di un pedone sulla A-29. “C’è un uomo – ha detto –  che passeggia in autostrada”. Scattato l’allarme è subito intervenuta una pattuglia che a circa 600 metri dall’uscita della A-29  nel tratto Palermo-Trapani ha rinvenuto il cadavere del barbone, travolto e ucciso da un autocarro condotto da un trapanese.  In tasca non aveva documenti. I poliziotti, pertanto, stanno cercando di risalire alla sua identità. La secondo tragedia si è verificata quindici minuti dopo la mezzanotte. Un’auto, una Nissan Primera, con a bordo una coppia di fidanzati a causa dell’asfalto reso viscido dalla pioggia, mentre era sulla rotonda dello scorrimento veloce, all’altezza dei campi Forese,  è finita fuori strada, andandosi a schiantare contro il guard-rail. Nell’impatto, violentissimo, il conducente Bartolomeo Rizzo non ha avuto scampo. E’ morto sul colpo. Per estrarre il cadavere dall’abitacolo è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. L’auto si è disintegrata. La fidanzata, invece, è stata trasportata con un’ambulanza del 118 al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Antonio Abate. Dopo aver ricevuto una prima assistenza sanitaria è stata ricoverata. I medici le hanno riscontrato lesioni e fratture in diverse parti del corpo. La dinamica dell’incidente adesso è al vaglio dei carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Trapani, chiamati a far luce sulla vicenda.

Fonte: www.telesud3.com

 

Scrivi il tuo commento