Erice, Attimi di panico: frana la parete rocciosa, distrutte alcune case

È accaduto questa mattina nella zona di cortile Adragna, nella frazione ericina di Casa Santa. Grossi blocchi rocciosi si sono infatti staccati dal profilo anteriore della montagna e, precipitando verso la valle, hanno fracassato le pareti di due abitazioni private, piombandovi letteralmente all’interno.

Per fortuna nessun ferito. Immediato lo sgombero dei locali che al momento della frana erano occupati da diversi abitanti. Rimane però, oltre al danno fisico, la rabbia e la paura per quella che sarebbe potuta essere una vera tragedia. Ipotesi che, ironia della sorte, era stata già pronosticata. Alla fine dello scorso febbraio, il frontone roccioso sovrastante le abitazioni presentava già evidenti segni di cedimento.

Vistose crepe e parziali scostamenti di rocce e pietrisco, scivolati sul fianco della montagna, sono stati preludio dello smottamento della parete rocciosa verificatosi il 28 febbraio all’interno della medesima area, tanto da indire lo stato di allerta. Risale infatti al 2 marzo l’ordinanza comunale con cui l’amministrazione di Erice aveva indetto lo sgombero precauzionale di due abitazioni occupate da sette famiglie.

Adesso l’emergenza è la messa in sicurezza della zona colpita. A tale scopo stanno provvedendo di concerto la squadra dei vigili del fuoco del comando provinciale di Trapani, i tecnici del Comune, la polizia municipale e il sindaco di Erice, Daniela Toscano, secondo la quale, al momento, l’unico intervento risolutivo del problema potrebbe essere effettuato dalla Regione. A tale scopo, Toscano ha richiesto l’intervento immediato del prefetto di Trapani, Darco Pellos, con la speranza di poter ottimizzare i tempi. Parallelamente è stato avvertito il dipartimento regionale Territorio e Ambiente e la protezione civile.

Fonte: http://www.tvio.it

Scrivi il tuo commento