Marsala, la maggioranza in crisi, tutti si agitano, il Sindaco sembra una Sfinge

Crisi estiva per la maggioranza del Sindaco Di Girolamo a Marsala. Una crisi che esplode ora,ma che porta rancori e tensioni che covavano da tempo, come abbiamo raccontato in questi mesi. E infatti tutto nasce da un piccolo episodio, la “sfiducia” in commisione politiche sociali, in consiglio comunale, al presidente Linda Licari. Provvedimento che era nell’aria, e che soprattutto non ha alcun valore amministrativo. Eppure ha creato un vero e proprio terremoto nel centrosinistra marsalese. 

Licari è stata sfiduciata dai suoi stessi consiglieri, e come reazione ieri l’assessore ai lavori pubblici Salvatore Accardi si è dimesso dalla Giunta Di Girolamo. Anche in questo caso, leggendo la lunga lettera di dimissioni, la sensazione è che Accardi abbia cercato un pretesto per farla finita, stanco dello stillicidio di questi mesi, e il pretesto è stato proprio il trattamento riservato dai consiglieri del suo gruppo “Una voce per Marsala” a Licari.

Accardi accusa i suoi di averlo sfiancato, in questi mesi. Loro (i consiglieri Coppola e Marrone) non ci stanno, e parlano, a proposito dell’amministrazione che loro hanno contribuito ad eleggere, come di una “barca che fa acqua da tutte le parti”. E ricordano, a proposito di politiche sociali, che “la consigliera Linda Licari lamentava la poca considerazione che l’Assessore di pertinenza Clara Ruggieri ha avuto nei confronti suoi e della commissione stessa”. Ancora, denunciano che il Sindaco è venuto meno agli impegni assunti in campagna elettorale, “iniziando dall’aumento della tariffa della TARI, dalla rinegoziazione dei mutui la cui destinazione delle somme doveva coinvolgere, a detta del Signor Sindaco tutti i partiti politici, sia di maggioranza, che di opposizione. Non siamo stati informati e non abbiamo potuto dire la nostra sui parcheggi per i residenti; non abbiamo potuto dire la nostra sul raddoppio delle tariffe per i Park-card e nemmeno sul parcheggio a pagamento del Lido Signorino nei giorni festivi”.

La necessità di un chiarimento all’interno della maggioranza è sempre più evidente. Lo chiedono tutti, in primis il presidente del consiglio comuale Enzo Sturiano, lo implora quasi la segretaria del Pd Antonella Milazzo che ieri su Rmc 101 ha ammesso: “Non c’è più lo stesso clima di un anno fa”.

Ma il Sindaco Alberto Di Girolamo è, come al solito, imperturbabile e  tranquillo come una Sfinge. La città è sporca, poco sicura, male illuminata. Dal Comune parlando di una sorta di “percezione errata” dei cittadini, alimentata dai social. Di Girolamo esprime solidarietà a Licari, ringrazia Accardi per il lavoro fatto ma non aggiunge nulla sulla crisi politica in atto, non annuncia nessun rimpasto di Giunta, o, cosa che sarebbe ancora più logica il suo azzeramento. 
Fatto sta che a Marsala, in questo istante, mancano in Giunta ben due assessori, dato che neanche Cernigilia, ormai undici mesi fa, è stata rimpiazzata.

Fonte : http://www.tp24.it

Scrivi il tuo commento