Pregiudicato con il vizio dell’evasione

Per due volte un giovane alcamese si è sottratto agli arresti domiciliari. La sua seconda fuga da casa, però, gli è costata cara: ora è in carcere

Il vizio di evadere questa volta gli è costato caro: ora, infatti, è in carcere.  Per ben due volte Piero Renda, 22 anni, pregiudicato alcamese, si era sottratto all’obbligo del domicilio. La seconda fuga, però, l’ha spedito dritto in una cella dell’istituto penitenziario di Trapani, dopo che i carabinieri, che lo cercavano dallo scorso 5 maggio, lo hanno rintracciato e  arrestato.  Il giovane era stato già arrestato  nella notte tra il 28 ed il 29 marzo scorsi, quando i militari dell’Arma, non trovandolo presso il suo domicilio, dove lo stesso si sarebbe dovuto trovare in quanto agli arresti domiciliari, lo hanno rintracciato dopo poche ore in giro per il paese.

In quell’occasione, l’Autorità Giudiziaria disponeva che Renda venisse nuovamente posto agli arresti domiciliari ma stavolta presso una struttura sanitaria. E da lì la notte del 5 maggio si è allontanato, facendo perdere le proprie tracce. La sua fuga, però, è durata poco. I militari dell’Arma, infatti, lo hanno rintracciato e riarrestato per la seconda volta sempre per il reato di evasione.

Fonte: https://telesud3.com

Scrivi il tuo commento