PRESENTATO PROGETTO A FAVORE DEI MINORI MIGRANTI NON ACCOMPAGNATI

Si è svolta ieri, presso il Centro polifunzionale per l’integrazione dei migranti di contrada Cipponeri, la presentazione del progetto pilota P.U.E.R.I. (Pilot action for Uams: Early Recovery Interventions), cofinanziato dall’Unione Europea e dal Ministero dell’Interno, che si propone di sperimentare una metodologia di intervento multidisciplinare per migliorare l’attuale sistema di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati, promuovere azioni di contrasto del fenomeno degli allontanamenti arbitrari e del reclutamento nei circuiti illegali (vittime di tratta e di sfruttamento). Erano presenti i responsabili delle strutture di accoglienza per minori stranieri non accompagnati nella provincia di Trapani,
Gli assistenti sociali della Prefettura di Trapani Agosta e Zanca, coordinati dalla vice prefetto Mancuso, dirigente dell’Area Immigrazione, hanno messo in evidenza la valenza che ha per il Ministero dell’Interno l’implementazione di queste azioni progettuali, auspicando una piena collaborazione tra tutti gli attori del processo che, a diverso titolo, intervengono nel percorso d’inclusione dei minori.
Lè referenti dell’Unità Operativa del progetto P.U.E.R.I., Chianese e Pellegrino, che coordineranno le attività presso la Prefettura di Trapani, hanno illustrato le azioni e gli obiettivi del progetto, presentando anche gli operatori della equipé P.U.E.R.I. che interverranno nell’hotspot di Milo e nelle strutture di accoglienza.
I temi della giornata erano stati, in precedenza, approfonditi in una serie di incontri svoltisi sia alla Prefettura sia all’hotspot, con i referenti del Comune di Trapani, della Questura, della cooperativa “Badia Grande” e delle organizzazioni umanitarie nazionali ed internazionali.
Il prefetto Priolo ha espresso il proprio compiacimento per l’avvio dell’attività, in un settore – quello dell’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati – particolarmente delicato, evidenziando le intese raggiunte tra i vari soggetti coinvolti sulle procedure da attivare.

Fonte : http://www.trapanioggi.it/

Scrivi il tuo commento