Ragazza sfugge ad un tentativo di violenza al cimitero di Campobello di Mazara

Una ragazza ha rischiato di essere violentata da un uomo, un “palpeggiatore” ,che si aggira per il piccolo cimitero di Campobello di Mazara. Si tratta di M.C., che è stato fermato dai carabinieri dopo la denuncia di una giovane, che era al cimitero per fare visita ai suoi cari defunti, e si è vista avvicinare da questo uomo, che, con la scusa di chiederle una sigaretta, l’ha afferrata per il braccio e le ha toccato il seno, tentando di baciarla.

Non solo, la ragazza si è rifiutata, e lui ha tirato fuori un coltello. La giovane si è messa ad urlare disperata, e sono arrivate altre persone, mentre il molestatore si è dato alla fuga.

Sono iniziate le indagini dei Carabinieri di Campobello di Mazara, che hanno visionato le immagini delle videocamere di sorveglianza, e da alcuni particolari sono riusciti a risalire all’identità dell’uomo, anche se lui indossava il cappuccio di una felpa, per non farsi riconoscere.

Alla fine l’uomo è stato trovato, arrestato e portato in carcere. Il Gip ha convalidato l’arresto.

Sempre a Campobello di Mazara, poi, i carabinieri hanno eseguito un ordine di allontanamento da casa di un uomo violento, D.D., 66 anni, che da due anni picchiava moglie e figli.

Fonte: http://www.tp24.it

Scrivi il tuo commento