Santa Ninfa, quarantenne arrestata per furto di gasolio

Una donna di 42 anni di Castelvetrano è stata arrestata dai Carabinieri con l’accusa di furto aggravato di gasolio.

Le indagini dei militari della stazione dei Carabinieri di Santa Ninfa, sono iniziate lo scorso ottobre, in seguito ai diversi furti di carburante subiti dalla ditta Gilma srl, ente fornitrice dei mezzi utilizzati nel territorio di Santa Ninfa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti.

I furti avvenivano di notte all’interno dell’isola ecologica di Santa Ninfa, in contrada Santissimo, dove vengono parcheggiati gli autocompattatori e gli autocarri dai serbatoi dei quali venivano prelevati circa 100 litri di gasolio a notte.

Dopo alcuni appostamenti i militari, la scorsa notte, sono riusciti ad individuare una persona, con il volto celato da cappellino e scalda collo di colore nero, che “maneggiava in corrispondenza del serbatoio del carburante di un auto compattatore”. Raggiunta prima che riuscisse ad uscire dall’area recintata dell’isola ecologia, la persona fermata è stata identificata. Si tratta di Anna Maria Modica, 42 anni, già nota alle forze dell’ordine. Secondo l’accusa la donna aveva già prelevato circa 100 litri di gasolio, riversandolo in quattro taniche in plastica della capienza di 25 litri ciascuna, pronte per essere trasportate.

Su disposizione del Sostituto Procuratore del Tribunale di Sciacca e dopo le formalità di rito, la donna è stata posta agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Fonte: http://www.lasberla.com

Scrivi il tuo commento