Teatro, libri, mostre , festival e tanto altro ancora. Tutti gli eventi del fine settimana

Continuano gli eventi estivi anche a settembre. Molte le città della provincia che offrono momenti di intrattenimento di vario genere. Cominciamo  da:

MAZARA DEL VALLO

Al via dal prossimo 1 settembre il “Festival Internazionale di Fotografia, Marenostrum” organizzato dall’associazione “I vicoli del Mediterraneo”, che ospiterà i lavori di grandi fotografi nazionali ed internazionali in diverse location nel Centro storico di Mazara del Vallo fino al 24 settembre. Obiettivo fondamentali del festival , attraverso lo strumento della fotografia è quello di favorire l’integrazione tra i diversi popoli e culture del Mediterraneo nell’ottica di una società multirazziale ed interculturale.

Anche l’Associazione I Colori della Vita è stata coinvolta in questo progetto, e in qualità di partner, partecipa con i lavori di alcuni soci .
In particolare sarà esposta una collettiva suoi luoghi del Mediterraneo a cura di diversi soci (Alessandra Cavasino, Angela Ilari, Arturo Safina, Ciro Marrone, Giovanni Cusenza, Clara Daidone, Daniela Basiricò, Daniele Soldino, Fabio Di San Teodoro, Giuseppe Di Giorgio, Giuseppe Gramignano, Francesco Paolo Iovino, Laura Crocè, Lorenzo Gigante, Maria Luisa Faraci, Massimo Billeci, Michele Ingardia, Mimmo Todaro, Predrag Bankovic, Giovanni Battista Reali, Salvo Titoni, Vito Curatolo) ; Location della mostra il Collegio dei Gesuiti in piazza Plebiscito.

FAVIGNANA

Dopo il buon debutto a Marsala, Alessio replicherà’ sabato il suo spettacolo, questa volta, a Favignana presso l’ex Stabilimento Florio Ma di giorno i topi che fanno” di e con Alessio Piazza, è un monologo dove i sentimenti occupano le quattro arterie di un crocevia. E per tutti il semaforo è verde. Un grande cuore, poggiato come esca al posto del formaggio, per intrappolare quei topi che, dal titolo, non si capisce cosa davvero facciano durante il giorno, dove il sole è alto e abbaglierebbe i loro occhietti piccoli piccoli. Una riflessione ironica sulle trappole affettive, culturali e sentimentali che ognuno di noi ogni giorno schiva, che accuratamente evita ma che poi puntualmente ne finisce incastrato con il cuore in mano e i polsini sporchi di sangue. L’appuntamento è per Sabato 2 Settembre 2017 ore 21:30, presso la suggestiva cornice di Piazzetta Carbone all’interno dell’ex Stabilimento Florio della Tonnara di Favignana.
L’evento è patrocinato dal Comune di Favignana, sostenuto da Tecnicomar, Cantine Pellegrino e Banca Mediolanum. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimenti posti.

Sempre a Favignana

Verrà presentato domenica 3 settembre alle ore 18 nei giardini di Palazzo Florio a Favignana, il libro “Il Mondo sul Soffitto” della scrittrice Marzia Coltellacci, alla sua seconda tappa siciliana. Si tratta di un romanzo strutturato su tre diverse linee narrative che si alternano e si intrecciano tra di loro, dando vita, attraverso le voci dei tre protagonisti, ad un unico e più complesso racconto in cui si cela una verità più grande. I protagonisti sono: Adele, una giovane donna di Roma, tormentata da un segreto che non riesce a dimenticare e che non può neanche raccontare; Leon che vive a Parigi, ed è un bambino pieno di coraggio e sogni, che lotta contro il cancro senza mai mettere in dubbio la sua gioia per la vita, e David, un uomo di circa 50 anni, nato e cresciuto a Londra, che si scontra costantemente con il ricordo di un’infanzia marcia da cui non riesce a liberarsi e che condiziona e comanda il suo presente.

Il libro, tramite una prosa lineare e ricercata, affronta e si indaga il tema della violenza in tutte le sue forme: la violenza psicologica, quella domestica, la violenza sui minori e quella sulle donne.
Marzia Coltellacci ha lavorato all’interno delle più grandi produzioni americane che sono sbarcate in Italia negli ultimi anni, maturando un’enorme esperienza nell’ambito della produzione cinematografica e televisiva. Ha lavorato al fianco di registi del calibro di Ridley Scott, Ron Howard, Giuseppe Tornatore, Sam Mendes, Paul Haggis e Guy Ritche. Al fianco di attori come Tom Hanks, Liam Neeson, Gael Garcia Bernal, Hugh Grant, Ewan McGregor, Robin Wright, Kim Basinger, Adrian Brody, Robert Daniel Jr. e Daniel Craig. Si è occupata anche di programmi televisivi e di pubblicità.

La scorsa estate è stata in Sicilia per la realizzazione del film Mary Magdalene, in uscita tra qualche mese al cinema, di cui gran parte delle scene sono state girate proprio in provincia (tra Trapani, Riserva dello Zingaro, Riserva di Montecofano). Il motivo per il quale ha scelto di venire a presentare sulla nostra isola il libro è proprio legato ai bei ricordi di Trapani e dintorni, Favignana compresa. La regia del film è dell’australiano Garth Davis, candido agli oscar con il film Leon.
A dialogare con l’autrice sarà la giornalista Valeria Brigida.

PIZZOLUNGO

Sabato 2 settembre, alle 19.00, presso la sala “L’Approdo”, a Pizzolungo, sarà presentato il libro “Meglio un rospo arrapato che un principe attempato”, di Maurizio Macaluso, edito da Eclypsed Word. Interverranno l’autore, la giornalista Ornella Fulco e la psicoterapeuta Fabrizia Sala. Seguirà apericena. L’ingresso alla presentazione è libero mentre per l’apericena è necessario munirsi di ticket. Info e prenotazioni 389 012 2954

“Petrosino Estate 2017”

Sabato sera ultimo appuntamento Iin piazza Biscione il terzo “Gran galà del cane”organizzato dall’associazione culturale “Gruppo Musa” nell’ambito di “Petrosino Estate 2017”. A chiudere il ricco e variegato cartellone predisposto dall’amministrazione comunale sarà il “Gran Galà del Cane”. L’iniziativa, giunta alla terza edizione, è curata dall’associazione culturale “Gruppo Musa” e mira, tra le altre cose, a sensibilizzare i cittadini verso l’adozione dei cani. In gara ci saranno le seguenti categorie canine: baby (3-6 mesi); juniores (7-10 mesi); giovani (11-17 mesi); adulti (oltre i 18 mesi).

SEGESTA

La Phaedra di Seneca. Il mito rivisto in chiave contemporanea

La riscrittura di uno dei miti più noti, amati e rielaborati della classicità,Phaedra di Seneca, in scena la replica anche sabato 2 settembre al Teatro Antico di Segesta alle 19,15. Volge verso il termine, con un altro appuntamento di spicco, il Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2017, la manifestazione organizzata dal Comune di Calatafimi Segesta in sinergia con il Parco Archeologico di Segesta e la direzione artistica di Nicasio Anzelmo. La rielaborazione e l’ adattamento sono di Alberto Bassetti, la regia di Giovanni Anfuso. Interpreti Liliana Randi e Angelo D’Agosta.

Una rielaborazione, questa, che ha lo scopo di rendere più chiara e potente la ragione della drammaticità della storia. Tuttavia non mancano momenti diversi, dalle atmosfere più leggere, che addirittura sfiorano quasi i toni della commedia. Un gioco di ritmi serrati, segnati da frequenti ribaltamenti e colpi di scena, nel pieno rispetto della tradizione. Una versione comunque nuova del grande mito che si fa parlare con la lingua contemporanea.
La Phaedra presuppone il celebre modello euripideo dell’Ippolito, di una tragedia perduta di Sofocle e della quarta delle Heroides ovidiane: tratta dell’incestuoso amore di Fedra per il figliastro Ippolito e del drammatico destino che si abbatte sul giovane, restio alle seduzioni della matrigna la quale, per vendetta, ne provoca la morte denunciandolo al marito Teseo, padre di Ippolito.

In questa occasione non si ricorre all’uso del deus ex machina per mezzo del quale solitamente si aveva la risoluzione pacifica del dramma (il lieto fine) oltre che la giustificazione del male compiuto nell’azione. Questo perché la presente rilettura ci offre uno spaccato di vita (chiamarla quotidiana sarebbe un po’ troppo azzardato) nella quale non c’è né rimedio né soluzione alle atrocità commesse. I personaggi sono, in questo senso, comunque condannati: Fedra è inevitabilmente destinata al suicidio, in preda al rimorso per l’incesto col figliastro Ippolito. Nella piece domina, insomma, incontrastato l’irrazionale e il male.
Le anime malate che Bassetti rappresenta sembrano inoltre aver perduto una volta per sempre il senno, ovvero la ragione, senza la quale il mondo sembra essere diventato preda di ombre e di mostri in completa balìa del male e delle forze dell’inferno.

La riscrittura di uno dei miti più noti, amati e rielaborati della classicità, d’altronde presenta sempre la responsabilità di confrontarsi con grandi autori; qui l’elaborazione prevede la presenza di due attori, con lo scopo di sintetizzare e rendere più chiara e lancinante la drammaticità della storia, senza rifuggire la possibilità di creare momenti diversi in cui inserire atmosfere e modalità più vicine al dramma, se non proprio alla commedia, rispetto all’austerità della tragedia.
Botteghino:
0924.953013 – 328.866.37.74 – 388.859.04.66
Info e prenotazioni:
370.137.97.58 – 0924.950.586

MARSALA

Domenica 3 settembre alle ore 19.00 al Chiostro dell’Ex Convento del Carmine a Marsala, discuteremo del volume Street Art in Sicilia ed. Flaccovio con gli autori: Mauro Filippi, Marco Mondino e Luisa Tuttolomondo
Il libro è una mappa delle opere di Street Art diffuse su tutto il territorio dell’isola Sicilia, restituisce al lettore un documento necessario per chi vuole addentrarsi nella conoscenza di questo profilo artistico e culturale che viene dal basso facendosi portavoce di una forte istanza di rinnovamento urbano ma soprattutto umano.

Con i tre autori discuteranno alcuni degli attori del territorio della provincia di Trapani partecipi e artifici di progetti di Street Art, saranno presenti: Francesco Ducato e Carla Athaide dello Studio Stardust* Marsala; Gianna Panicola curatrice per lo Street Art Wine Festival tenutosi alle Cantine Florio di Marsala; Peppe Zummo sarà testimone per il percorso di Street Art realizzato nella città di Gibellina; Gianvito Piccione racconterà l’esperienza Art’s Oasis di Petrosino; per l’esperienza Un Murale per Marsala sarà presente Angelo Crazyone autore dell’opera Famous and Young.
Sarà un cerchio di discussione interessante, un momento di scambio di esperienze da cui si vorrebbe far emergere una nuova idea, un progetto comune tra le energie del territorio trapanese con la passione comune per la street art.

ALCAMO

Continua fino a giorno 3 di settembre l’Omaggio a Ludovico Corrao”, a cura di Achille Bonito Oliva. Ludovico Corrao torna nella sua Alcamo ed Alcamo si riappropria di Ludovico Corrao, il visionario che realizzò un’”utopia” in una Sicilia avara di speranza e di sogno.

MACA – Museo d’Arte Contemporanea di Alcamo
Complesso Monumentale Collegio dei Gesuiti
Piazza Ciullo – Alcamo
13 maggio/3 settembre 2017
Orari: da lunedì a domenica 9.30-12.30/ 16.30 – 19.30 – Ingresso libero.

CASTELLAMMARE DEL GOLFO

“Pani cunzatu fest” sabato 2 settembre nel baglio di Scopello: degustazioni del tradizionale pane cotto a legna condito con olio extravergine d’oliva, pomodoro, formaggio e acciughe, a cura delle attività locali. Nel borgo è prevista anche musica ed intrattenimento. Sabato 2 settembre, inoltre, alle ore 21,30, sempre in piazza a Scopello, il comico Marco Manera in scena con “Magaria”.

Lo spettacolo ad ingresso libero patrocinato dal Comune, è promosso dall’Agricantus ed inserito nella rete regionale teatrale e nel circuito musicale della Sicilia, con il sostegno economico dell’assessorato regionale al Turismo e Spettacolo. “Magarìa (affabulazioni siciliane) è un recital teatrale in cui si racconta la Sicilia attraverso quattro capitoli: l’amore, il dolore, il cunto e i siciliani. Marco Manera si serve della poesia, delle storie e dei personaggi antichi per raccontare, tra il serio e il faceto, una terra che non c’è più, ma che è nascosta nel nostro cuore come un incantesimo, la magarìa appunto, che può venire fuori se stuzzicata da un attore che canta e cunta, arrivando al cuore…”.
Performance finale, alla villa Margherita, del laboratorio teatrale “Murritiamo” tenuto nell’istituto “Mattarella–Dolci” da quattro giovani attori diplomati alla scuola di teatro di Bologna.

Domenica 3 Settembre alle ore 20,30 nella villa Margherita, i partecipanti al laboratorio incontreranno il pubblico presentando il risultato delle due settimane di lavoro. Prima della dimostrazione finale, sabato 2 settembre alle ore 21,30 e domenica 3 settembre alle ore 20 circa, due performance con musica e recitazione nella zona pedonale di corso Garibaldi e corso Bernardo Mattarella.

Sempre sabato 2 settembre a partire dalle ore 21, serata Karaoke nella villa Olivia, a cura dell’associazione “Sos tuttofare”. Nella sala dei 500 anni, in corso Mattarella, fino al 7 settembre, esposizione di oggetti d’arte di Nino Ciaravino.

Fonte : http://www.tp24.it

 

Scrivi il tuo commento