TRAPANI CITTA’ MEDITERRANEA DELLA MUSICA

Trapani Città Mediterranea della Musica. La Città Mediterranea della Musica non è “soltanto” un progetto culturale ma si propone come modello di sviluppo legato ad una visione nuova dello spazio urbano e del suo patrimonio storico-materiale e identitario. La Città Mediterranea della Musica non pone i suoi confini nell’ambito della dimensione materiale ma vuol essere anche luogo dell’anima e della ragione; una città appagante per i cittadini e coinvolgente per i suoi ospiti; una città dove donne e uomini portatori di pensieri e di culture diversi possano trovare spazi per esprimersi e per vivere il loro tempo, percorrendo itinerari musicali, letterari, museali e gastronomici.
E così come ogni città ha un Piano Regolatore che ne disciplina l’assetto urbanistico, la Città Mediterranea della Musica sarà dotata di un Piano Regolatore delle esecuzioni musicali e della diffusione di musica, su cui si fonderà un equilibrato assetto acustico dei suoi spazi. La Città Mediterranea della Musica sarà “edificata” con il coinvolgimento delle istituzioni pubbliche, degli operatori culturali e degli imprenditori che ne hanno condiviso lo spirito e che vedono la Trapani del futuro
più mediterranea, più europea, più aperta.

La navigazione in questo “mare di musica” si preannuncia particolarmente avvincente, con un caleidoscopio di eventi che scandiranno il trascorrere del tempo. Proposte musicali tematiche caratterizzeranno periodi, luoghi e itinerari tra i quartieri del centro storico:

Le Orchestre Nascoste Festival – Prima Edizione: le magie dei suoni creati da incredibili macchine musicali antiche e moderne - dal 22 maggio al 10 luglio 2015. Un unicum mondiale, una prima assoluta: titoli di grande presa sul pubblico messi in scena facendo uso di rari strumenti musicali di enorme interesse storico e artistico. L’idea alla base del Festival prende spunto dalle peculiarità dell’organo “La Grassa” allocato nell’ antica Chiesa di San Pietro a Trapani. Uno strumento che l’artigiano costruttore, Francesco La Grassa, pensò non semplicemente come organo liturgico ma come orchestra stabile, ensemble che Trapani, città di provincia, non poteva permettersi. Da qui l’appellativo di “Orchestra Nascosta”. Il Festival sarà arricchito dalla mostra di strumenti antichi e rari, tutti perfettamente funzionanti, macchine musicali che qui, ognuno con i loro registri musicali, contribuiranno al caleidoscopio di suoni che costituisce la magia della kermesse, con opera da salotto e concerti.

Variegata la proposta del cartellone del Festival: si va dalla prima moderna dello Stabat Mater di Rossini nella versione di J. N. Lemmens alla Prima Assoluta di un’opera commissionata per esplorare i colori ancora sconosciuti dell’organo La Grassa, alla “Serva Padrona” di Pergolesi in una versione innovativa, al pianista robot Teotronico di Roberto Prosseda che spiega ai bambini la differenza tra la musica prodotta da un umano e quella scaturita dai meccanismi di un robot. Per la molteplicità e la varietà degli strumenti utilizzati e per le modalità di realizzazione, il Festival è strutturato secondo una visione multidisciplinare: musica, organologia, ricerca d’archivio, arte grafica, robotica, teatro… sono solo alcune delle discipline in interazione continua.

5 opere in cartellone - dal 4 luglio al 12 settembre 2015 
“Don Giovanni” di W.A. Mozart , “Rigoletto” – di G. Verdi , “ Turandot “di G. Puccini , “Orlando”, opera liberamente tratta da “Orlando” di G. F. Händel e “Cendrillon” di P. Viardot; La lirica nei teatri all’aperto della Città, dalla tensione delle prove generali all’emozione sempre nuova delle rappresentazioni.
La lirica abbandonerà i clichè tradizionali per vivere una dimensione inedita, di nuova apertura verso un pubblico sempre più ampio e variegato. L’evento consegna il cuore della città di Trapani agli amanti dell’opera lirica e offre a tanti neofiti l’opportunità di avvicinarsi allo straordinario mondo operistico e non solo.

Museo diffuso delle scenografie - dal 15 giugno al 12 settembre 2015: tra i viali del giardino della Villa Margherita di Trapani e incorniciate dalle antiche architetture, le scenografie del Luglio Musicale Trapanese trasformano la città in Teatro. Come nasce un’Opera: il museo dinamico (dal 19 giugno all’11 settembre 2015) La realizzazione delle Opere diventa spettacolo. Un’iniziativa inedita che prevede l’apertura al pubblico del backstage per un percorso formativo e informativo. Sarà possibile, infatti, assistere a tutte le fasi della produzione: dalle prove di regia a quelle dell’orchestra, dei solisti e del coro, fino alla prova generale;

Percorsi: sapori, armonie, suggestioni - dal 26 maggio all’8 settembre 2015 - rassegne e degustazioni delle tipicità mediterranee, proposte enogastronomiche ispirate alle opere liriche in cartellone, menù a tema, percorsi sensoriali nei locali, nei teatri all’aperto, per le vie del centro;
Inchiostro d’autore - dal 23 maggio al 26 agosto 2015: incontri letterari nel Chiostro di San Domenico a Trapani.
Mille e una nota - dal 6 giugno all’8 settembre 2015lirica, classica, jazz, pop, spettacoli per i più piccoli, silent night disco il nuovo modo di pensare la discoteca: tutti a ballare ma … con le cuffie. L’innovativo sistema permetterà di impiantare una vera e propria discoteca di volta in volta in una piazza diversa tra le tante suggestive che puntellano l’antica architettura viaria del centro storico della città.
La musica accoglie le altre arti - dal 25 luglio al 12 settembre 2015spettacoli teatrali, performance di danza, esposizioni sui palchi, nelle piazze e nei palazzi del centro storico.
Fonte: http://www.siciliainfesta.com/

Scrivi il tuo commento