Trapani, il mercato ittico rimane ancora chiuso e il pesce si vende tra le auto

Pesce venduto in strada senza un minimo di condizioni igieniche. Tutto ciò accade ormai da mesi a Trapani, da quando lo scorso maggio l’amministrazione Damiano decise di chiudere il mercato ittico perchè non si trovò un accordo sulla tassa che dovevano pagare gli operatori per avere l’utilizzo dei banchi pesce e per i costi della pulizia. Le denunce dei cittadini sono finite anche sui social network dove si vede il pesce venduto a due passi dalle auto in movimento.

A denunciare la grave carenza igienica sia per gli operatori che per i consumatori anche Pietro Savona, candidato sindaco alle ultime elezioni amministrative con il PD. “Bisogna fare qualcosa e avere il coraggio di togliere i pescatori e i commercianti dalla strada e dare loro un luogo idoneo dove poter lavorare – dice  Savona.  Per l’esponente del PD si deve aprire immediatamente il mercato ittico.

Nell’attesa che si prenda una decisione risolutiva il commissario Messineo ha approvato la delibera con le tariffe annuali per il mercato di via Cristoforo Colombo dove saranno posizionati 42 banchetti. Per il primo anno gli oeratori dovranno pagare 650 euro, di cui 350 come contributo e 300 come garanzia per l’amministrazione comunale.

Fonte: http://www.tp24.it

 

Scrivi il tuo commento