Un confronto per il Sorrentino

La società 5 Torri del presidente Giulio D’Alì torna sulla questione della disponibilità dell’impianto “Roberto Sorrentino” di Trapani con una richiesta formale alla nostra emittente. Un confronto televisivo con il Trapani Calcio, società che gestisce attualmente l’impianto, e le istituzioni cittadine ad iniziare dai dirigenti estensori del nuovo bando d’affidamento. Un dibattito con arbitro, che nella circostanza sarebbe la nostra redazione, per l’ennesimo tentativo di soluzione dopo tante interviste, lettere, botta e risposta e conferenze stampa sull’argomento. Per riassumere: l’impianto sportivo “Roberto Sorrentino” è affidato alla società del presidente Morace. Il Trapani Calcio ha l’obbligo di concederlo a terzi, nelle ore disponibili, previo corrispettivo economico prestabilito. La società 5 Torri ha nel tempo usufruito di tale servizio versando un importo che secondo il presidente D’Alì, non è quello stabilito dalla concessione, ma sarebbe una somma arbitraria. Un corrispettivo che, però mancherebbe, almeno per quanto riguarda l’ultima stagione, stando a quanto dichiarato dalla società granata. Una questione che dal particolare si allargherebbe al generale, portando a galla un annoso problema, quello della disponibilità e delle condizioni in cui versano gli impianti in città. Una richiesta, quella del presidente d’Alì, di un confronto televisivo che giriamo con piacere alla società Trapani Calcio ed alle istituzioni interessate. Un ruolo, il nostro, che sarà nella circostanza, chiaramente super partes, con lo spirito di trovare una sintesi fra le varie esigenze del territorio in un momento già di per se assai difficile per chi vuole fare sport in provincia.

Fonte: http://www.telesud3.com

Scrivi il tuo commento