Ben quattro candidati a San Vito. La situazione da Paceco a Castellammare del Golfo

Una singolare sfida elettorale quella che ci sarà a San Vito Lo Capo, un piccolo borgo che però conta quattro candidati sindaci.
In corsa per la carica di Primo Cittadino ci sono Peppe Peraino con la lista “Insieme per San Vito”, già sindaco dei sanvitesi, Gaspare Scola “Orgoglio Sanvitese”, Nino Ciulla per il movimento Cinque Stelle, in ultimo ha presentato la sua candidatura Pietro Tolomeo “San Vito Lo Capo-La Perla di Sicilia”.

I Cinque Stelle sono presenti anche a Paceco con Aldo Grammatico che giocherà la sua partita con altri due candidati sindaci: Filiberto Reina e Giuseppe Scarcella. Una campagna elettorale quella di Paceco che si sta svolgendo con toni pacati, centrando l’attenzione sui programmi da attuare per i prossimi cinque anni. Reina si pone coma la continuità dell’Amministrazione Martorana, il sindaco uscente è infatti candidato al consiglio comunale.

Per i pentastellati a Valderice c’è Marcella Mazzeo che he deciso di sfidare Giovanni Coppola, assessore dell’attuale sindaco Mino Spezia, e Francesco Stabile. Nella cittadina valdericina tutti e tre i candidati sono giovani e di buone speranze.

Sono due i candidati a Custonaci, il sindaco uscente Giuseppe Bica ci riprova ad amministrare la città, il competitor è Giuseppe Morfino.
Bica avrà un supporter regionale: Roberto Lagalla, assessore all’Istruzione e alla Formazione professionale.

A Pantelleria il Partito Democratico ha fatto quadrato sulla candidatura della socialista Angela Siracusa.
La candidata sindaco, è stata vicesindaco di Salvatore Gabriele, ed è vicina all’ex deputato regionale Nino Oddo. Il rilancio di Pantelleria, ha detto in una nostra intervista, è dato anche da un sindaco che abita sull’isola, quindi da un confronto costante e quotidiano.
Nella lista “Scegli Pantelleria”, a supporto della Siracusa, c’è Giuseppe La Francesca del circolo del PD.
Forza Italia schiera in campo Santoro Genova, il movimento “Liberiamo Pantelleria” punta su Arturo Caravello, i Cinque Stelle ci sono con Vincenzo Vittorio Campo.

Dall’isola dell’elefante all’isola farfalla. Si vota anche all’arcipelago delle Egadi, tre i candidati sindaci: Totò Braschi che insieme a Gaspare Ernandez, presente tra gli assessori designati, portano avanti un progetto diverso e alternativo a quello di Peppe Pagoto, attuale sindaco uscente e candidato per il secondo mandato.
Ai due si è aggiunto Lucio Antinoro che ha aperto la sua campagna elettorale proprio a Marettimo.

A Buseto Palizzolo due i candidati, da una parte l’imprenditore Emilio Lombardo con la lista “Sviluppo Buseto” , dall’altra parte c’è Roberto Maiorana “Uniti e Liberi per Buseto”. Uno dei due succederà all’attuale sindaco, Luca Gervasi, che ha completato il suo secondo mandato.
Il 10 giugno chiamata al voto sarà Castellammare del Golfo.
Una sola donna candidata alla carica di sindaco, è Laura Ancona, 33 anni e un impegno per il territorio e il sociale. Si batterà per la costruzione di un asilo nido comunale. La Ancona con la lista “Idee Giuste” se la vedrà con il sindaco uscente che batte bandiera del PD, Nicolò Coppola “Castellammare 2.0”, e con Nicolò Rizzo “ Oltre” che è appoggiato da una parte di Forza Italia. I berlusconiani si sono divisi, alcuni di loro sono con il sindaco uscente, altri con Rizzo e altri ancora con Franco D’Angelo “Idea Sicilia”, candidatura che trova sostegno in Roberto Lagalla. Il movimento “Cambiamenti”, molto attivo in città, ha schierato in campo Giuseppe Lo Porta.

Fonte: https://www.tp24.it

Scrivi il tuo commento