La scuola e l’impresa, ricordata l’imprenditrice Pippi Panfalone

L’INCONTRO. Una donna dotata di un valore innato che ne fa un modello prezioso e senza tempo per le studentesse che ambiscono ad alti obiettivi professionali

L’imprenditrice trapanese Pippi Panfalone scomparsa pochi anni fa, figlia del Presidente della “Riccardo Sanges & Company s.r.l” Vito Panfalone e sorella di Gaspare Panfalone, ispira l’assegnazione di quattro borse di studio del valore di 1.500 euro ciascuna, ad alcune studentesse trapanesi. Il riconoscimento ha mostrato il successo della proficua collaborazione fra impresa e scuola, perchè giunge dal connubio fra la Società “Riccardo Sanges”, che ha finanziato le borse di studio, e l’Istituto d’Istruzione Superiore Liceo Scientifico “Vincenzo Fardella” – Liceo Classico “Leonardo Ximenes”, in virtù della convenzione di alternanza scuola-lavoro del progetto, Pet Tourist Helper, stipulata il 24 maggio del 2017 tra la scuola e la società trapanese.

L’alternanza scuola-lavoro, obbligatoria per tutti gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole superiori, è una delle innovazioni della legge 107 del 2015 (La Buona Scuola) ed in questo caso, è stata occasione per collegare l’impegno delle giovani premiate, Valeria Alberti, Maria Laura Daidone, Milena Maltese e Martina Milazzo e il ricordo di un’imprenditrice brillante, antesignana di dati statistici che segnalano il primeggiare delle donne in segmenti importanti delle attività economiche. Le Imprese femminili sono cresciute tre volte di più di quelle maschili e il record è raggiunto nelle città del Sud.

<<L’iniziativa della borsa di studio-afferma Gaspare Panfalone- è una possibilità che abbiamo offerto a forze giovani, di misurarsi con l’impresa vera. Nel contempo, l’impresa si è avvantaggiata dell’entusiasmo e della vitalità delle forze giovanili>>.

Pippi Panfalone che nel 2012, ha ricevuto il Premio Internazionale Venere d’Argento, era dotata di un valore innato che ne fa un modello prezioso senza tempo, per le ragazze che ambiscono a professioni imprenditoriali. Pippi possedeva un sorriso persuasivo, che ne dichiarava in maniera lampante la dolcezza e l’intelligenza, era una donna sensibile e di grande equilibrio, binomi questi che uniti fanno la differenza, e caratterizzano la personalità di una donna esemplare ed essenziale nella gestione aziendale.

ROSI ORLANDO

Fonte: http://trapani.gds.it

 

Scrivi il tuo commento