Marsala, la rissa e gli spari all’Antico Mercato. La polizia chiude il locale

La polizia ha chiuso temporaneamente da sabato pomeriggio il “Little Big”locale all’Antico Mercato di Marsala dove si sono svolti i gravi fatti di cronaca della notte tra il 16 e il 17 Settembre, quando furono sparati due colpi di pistola (per fortuna, una “scacciacani”) e Marsala visse una notte di autentico caos in centro, con centinaia di ragazzi in fuga, e una rissa a poca distanza.

Gli autori di quella “bravata” sono stati subito arrestati, ma adesso ci sono risvolti amministrativi. Il Questore di Trapani, Maurizio Agricola,  ha sospeso temporaneamente la licenza al pub.

Si tratta di un provvedimento adottato a scopo cautelare sulla base del  il Testo Unico delle leggi di pubblica sicurezza.

L’art. 100 del Tulps dispone che la misura di pubblica sicurezza della sospensione della licenza può intervenire in caso di “tumulti o gravi disordini”, oppure “qualora il locale sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose” o, comunque, se il comportamento costituisca “un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini”.

Ricordiamo che sono stati in due ad essere arrestati dopo quella notte.  Nell’immediatezza, con le accuse di porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere, resistenza, oltraggio, lesioni e minacce a pubblico ufficiale, la polizia arrestò Nicola Barraco, 45 anni, pregiudicato. In manette finì pure Rosario Massimo Bianco, di 47 anni, anch’egli pregiudicato.   I fatti li abbiamo raccontati in un articolo che potete leggere cliccando qui.

Fonte: http://www.tp24.it

 

Scrivi il tuo commento