Sconfitta, ma che peccato!

Per il Paceco le sconfitte in campionato sono dieci. A dirla così e a guardare la penultima posizione, la squadra di Di Gaetano, sembra avere poche speranze di salvezza. Ed invece sono solo due i punti che separano i rossargento dalla terzultima posizione che li allontanerebbe dalla retrocessione diretta. Ma ciò che fa ben sperare sono le prestazioni che via via, nonostante le batoste, si sono fatte sempre più convincenti. E’ per questo che l’amarezza è tanta, e non bastano i complimenti degli allenatori avversari a sollevare il morale. Una partita quella di domenica, in casa contro l’Acireale, che ha visto andare in gol l’ex Barraco, con un rigore molto dubbio. Ci pensava poi Bulades a siglare il pareggio, ma neanche il tempo di festeggiare e Aloia, sfruttava una piccola distrazione per punire la squadra di casa. La prossima partita poi, è chiaramente difficile, contro quel Troina che è primo a 8 punti dalla Nocerina in seconda posizione, proprio quel Troina che la scorsa stagione festeggiò la promozione come il Paceco. Intanto in eccellenza, il Dattilo, grazie alla vittoria in casa del Pro Favara, raggiunge la vetta a 27 punti col Marsala, che si deve accontentare di un pareggio casalingo col Mussomeli. Il Mazara fa lo sgambetto al Licata, battendolo in casa 1-0, e rosicchia punti importanti agguantando la quarta posizione. Pareggia invece l’Alba Alcamo e si ritrova in settima posizione. In Promozione, guardando sempre alle trapanesi, il Salemi è ancora secondo grazie al pareggio col Campobello, ma dista sei lunghezze dal Partinicaudace. In terza posizione il Castellammare calcio 94, battuto 3-1 dal Cateltermini. A 18 punti, quinto, c’è il 5 Torri vittorioso per 1-0 col Gattopardo. A 16 invece il Città di Castellammare seguito dal Campobello a 14.

Fonte: http://www.telesud3.com

Scrivi il tuo commento